L’Altea

Altea 2

altea

L’Altea è conosciuta con i nomi comuni: bismalva, bonavise, canapa selvatica, malvaria. Appartiene alla famiglia delle malvacee. E’ una pianta erbacea che può raggiungere i 150 cm di altezza. Il fusto è robusto, cilindrico e di colore verde chiaro. Le foglie sono grandi e cuoriformi, con margini dentati, di colore verde biancastro. I fiori hanno cinque petali che cambiano colore a seconda della specie. I frutti sono bacche sferiche, carnose di colore rosso-arancio. Cresce nei luoghi umidi e paludosi e ai bordi dei fiumi; originaria dell’Europa, è naturalizzata negli USA, ma si trova anche altrove in zone ristrette. Le parte che si può utilizzare è la radice che si raccoglie dall’autunno (settembre-ottobre) al marzo del secondo anno; si decortica, si divide in pezzi e si essicca a temperatura inferiore a 40 gradi centigradi. Quindi la si conserva in contenitori ermetici. L’Altea ha diverse proprietà benefiche:

  • Emolliente e protettiva delle mucose per il suo alto contenuto di mucillagini. La mucillagine si stratifica sulle mucose, rivestendole di uno strato protettivo.
  • Viene utilizzata per curare le infiammazioni del tubo gastroenterico, delle vie urogenitali.
  • Per uso esterno, trova applicazione come collutorio, nei casi di ascessi dentari, afte e stomatiti.
  • Tutte le parti utili essiccate dell’altea possono essere infuse nell’acqua di pediluvi o bagni a scopo addolcente e lenitivo e per diminuire sensibilmente il grasso in eccesso, attraverso un aumento della cosiddetta termogenesi.

Modalità d’uso

Decotto

Le preparazioni di altea esercitano un’azione decongestionante delle pareti intestinali infiammate e un’azione regolatrice dell’evacuazione. Selezionare 5 grammi di radice e immergerla in 200 ml d’acqua facendola quindi bollire per un minuto. Lasciare in infusione per 15 minuti e si otterrà un decotto capace di sfruttare le proprietà di questa pianta. Se ne deve assumere una tazza contenente tutto il preparato tre volte al giorno. Per le infiammazioni della pelle, della bocca e della gola si può utilizzare un decotto per uso esterno; lasciate bollire 5 g di radici in 100 millilitri di acqua per qualche minuto. Applicate delle compresse imbevute di decotto per 15-30 minuti, fare sciacqui e gargarismi.

 

———————————————————————————————————————————————————-

P.S: Si consiglia di consultare sempre il medico curante se s’intendono applicare sulla propria persona i consigli sopra riportati

 

L’Alteaultima modifica: 2019-07-17T18:25:15+02:00da salute-b
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento