Il Basilico

Il basilico anche conosciuto come: arancio del ciabattino, erba reale, appartiene alla famiglia delle labiate. E’ una pianta annuale, erbacea e talvolta arbustiva. Ha il fusto eretto, ramificato in alto, raggiunge i quaranta-cinquanta cm. Le foglie sono piccole, di colore biancastro o rosa, formano grappoli allungati.

basilico 2

Lo si può coltivare in tutti i Paesi con clima temperato. Si semina direttamente in terra ad aprile o maggio, ma non soffre se tenuto nei vasi. Le parti che si utilizzano per la cura del nostro corpo sono le foglie e le sommità fiorite. Le foglie si raccolgono da maggio a settembre, a mano a mano che raggiungono la loro massima dimensione, recidendole alla loro inserzione sul fusto; le sommità fiorite si raccolgono in luglio e settembre tagliando il fusto con le forbici due o tre foglioline sotto l’infiorescenza.

basilico 1

Le foglie possono essere essiccate e conservate in barattoli di vetro. Oppure, dopo averle ben lavate e asciugate, si possono conservare sott’olio in barattoli a chiusura ermetica. Il basilico ha molteplici proprietà: ha un effetto stimolante e benefico sul sistema nervoso, circolatorio e muscolare. E’ utile contro l’agitazione e l’insonnia. E’ un antispasmotico efficiente contro l’acidità gastrica. Contro la tosse e il raffreddore svolge una buona azione di espettorante. Il basilico viene utilizzato anche in cucina aggiunto alle pietanze solo all’ultimo momento, prima di servirle poiché se cotto tende a perdere il suo prezioso sapore.

Il Basilicoultima modifica: 2019-07-17T19:01:36+02:00da salute-b
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento