Aglio: il bulbo benefico

aglio

L’aglio conserva dal Medio Evo un posto molto importante tra i nostri rimedi vegetali. Le sue proprietà antisettiche sono risultate molto efficaci contro un gran numero di mali di cui la peste e il colera. Da allora la medicina moderna ha dimostrato scientificamente le sue proprietà vermifughe, antisettiche e ipotensive. L’aglio viene anche riconosciuto come ipoglicemizzante, ipocolesterolemizzante e con effetto vaso-dilatatore sui vasi periferici. Attualmente è principalmente utilizzato per il suo effetto ipotensore. E’ stato messo in evidenza uno dei suoi principi attivi, l’allicina che è purtroppo responsabile dell’odore piccante e forte. E’ anche efficiente per: Bronchite cronica; foruncoli; raffreddore; reumatismi; stati febbrili. Migliora la memoria e, essendo ricco di vitamine, ferro, zolfo e iodio, disintossica l’organismo ed esercita un’azione antibiotica; si consiglia di consumarlo crudo, aggiungendolo alle pietanze. Si può, altrimenti preparare una tintura con 20 gr di bulbi tritati lasciati in 100 ml di alcool a 75° (a macero per 10 giorni). Dieci gocce, 3 volte al giorno in acqua zuccherata contrastano l’ipertensione. Per attenuare l’odore acre dell’aglio basta masticare qualche foglia di menta, di prezzemolo, o un chicco di caffè.

——————————————————————————————————————————————————–

P.S: Si consiglia di consultare sempre il medico curante se s’intendono applicare sulla propria persona i consigli sopra riportati

Aglio: il bulbo beneficoultima modifica: 2019-02-09T17:06:59+01:00da salute-b
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento